Categorie
auto osservazione Resilienza

IL BITCOIN E’ UTILE A COMPRENDERE E A RIPORTARE L’ONORE IN APPARENZA PERDUTO.

Da tempo si discuteva sull’utilizzo del denaro e sul suo significato reale, per cui alcune conclusioni mi parevano abbastanza intelligenti ovvero il denaro, come il metro, come il litro, come il grammo, è un sistema di misura, frutto del pensiero, IMMATERIALE e INTANGIBILE.
Più che complicare le spiegazioni e le articolazioni a cui siamo giunti col bitcoin mi piace pensarlo proprio come l’attuazione di questo pensiero immateriale, il bitcoin e quello che ne deriverà sarà un ulteriore passo alla comprensione che non solo un sistema di misura è una parola che racchiude un ragionamento condivisibile ma addirittura che non abbiamo necessariamente bisogno di misurare ciò che compiamo giornalmente con i nostri mestieri o con le nostre azioni.
Tempo fa, nell’accogliente sud, qualche anima saggia mi raccontava che i nostri avi utilizzavano le “coscke” (ferule) per stabilire gli scambi tra le merci, ovvero quando un contadino Giovanni voleva scambiare dei pomodori con delle pecore di Marta, anziché portarsi appresso i suoi pomodori e attendere la crescita delle pecore andava a visionare gli agnelli da Marta e se l’affare era fatto oltre alla stretta di mano, che misurava la fiducia e suggellava l’onore, si tagliava un pezzo di coscka lo si incideva a metà con dei segni che descrivevano l’affare concluso ed entrambe le parti ne conservavano una metà, un vero e proprio contratto tra le parti senza scritture e clausolette. Se nel frattempo succedeva qualcosa alle pecore o c’erano imprevisti, Giovanni col suo contratto poteva comunque acquistare le uova che Federica doveva a Marta in cambio del formaggio e così bruciando quei pezzetti di coscka si bilanciavano gli scambi nelle comunità in cui si lavorava e si producevano beni essenziali.
Oggi abbiamo allargato la comunità, senza rendercene conto stiamo abolendo i confini, ma allo stesso tempo l’avarizia e la furbizia hanno complicato le cose a tal punto da creare bolle speculative su qualunque cosa, perfino sui tulipani! Creando mostri senza onore, pochi fortunatamente. Per cui adesso il bitcoin, che non esiste se non sotto forma di dati (bit appunto), collegato alla blockchain che è un’ enorme raccolta di quei dati e di quegli scambi ci potrebbe riportare a quella semplicità dei nostri avi dove il bitcoin o chi per esso farà la parte della ferula e i segni che si apportavano per descrivere lo scambio saranno registrati su un database consultabile da tutti in qualunque momento in tutto il mondo come la blockchain…
questo perché siamo ossessionati dal misurare qualunque cosa, altrimenti potremmo arrivare all’alternativa che ognuno la mattina si sveglia e fa un po’ come gli pare tanto a stare con le mani in mano si muore di accidia e a questo ci arriverebbe chiunque se glielo si lasciasse fare.